DREAM IN A MIRROR, 2009/11

They say a dream lasts just a little more than a moment but in that moment a person may suffer, rejoice, live or relive their experiences. This project represents a voyage through the dream, a dream which begins inside a mirror and concludes in another mirror.
It describes an exploration of our own spirituality and our own being through four sequences: the Passage, the Voyage, the Revelations and the Return.

A dream is a symbolic phenomenon thus every image in this project is like a clue that leads to the realization of this inner journey.

It is a dream made of images, where we can create our own voyage, which is perhaps the longest journey we might ever take.

Technical Note: All motion and deformation effects are obtained during the shooting

 


 

Si dice che un sogno duri soltanto poco più di un attimo e tuttavia in quell’attimo un uomo può soffrire, gioire, vivere o rivivere una vita. Questo lavoro rappresenta un viaggio attraverso il sogno, un sogno che comincia in uno specchio e finisce in un altro specchio.
Rappresenta un viaggio alla ricerca della propria spiritualità, del proprio essere, attraverso quattro sequenze: Passaggio, Viaggio, Rivelazioni e Ritorno.
Un sogno è un fenomeno illogico e simbolico, così ogni immagine di questo lavoro rappresenta un tassello, un flashback che porta alla sviluppo di questo viaggio di ricerca.
E’ un sogno per immagini dove ognuno di noi può immaginare un proprio viaggio, il viaggio della propria ricerca interiore, che forse è il viaggio più lungo che si possa iniziare.

Nota tecnica: Tutti gli effetti di movimento e deformazione sono ottenuti durante lo scatto.